sala5-a lapidario2

Scheda

Capitolium presso il Ristorante “Maffei” – Verona

Piazza delle Erbe 38 (Ristorante Maffei) – 37100 Verona (VR)
Presentazione


L’area archeologica nelle cantine del Ristorante "Maffei" conserva i resti del Capitolium di Verona, tempio costruito nella metà del I sec. a.C. per celebrare il culto della triade capitolina di Giove, Giunone e Minerva.

Storia della ricerca e degli studi

I rinvenimenti più antichi a Palazzo Maffei risalgono al 1975 quando nel corso della sua ristrutturazione fu segnalato alla Soprintendenza il rinvenimento di una struttura antica in mattoni. Gli scavi vennero condotti tra il 1983 e il 1984 e portarono al rinvenimento dei resti archeologici di epoca romana, oggetto di questa visita.

Contesto geografico e urbanistico

Verona sorge lungo il fiume Adige, nel punto in cui questo entra nella Pianura Padana, a una trentina di chilometri a est del lago di Garda. È situata a 59 metri sul livello del mare, ai piedi dei monti Lessini. Il Capitolium di Verona si trova al di sotto di Palazzo Maffei, sul lato nordoccidentale dell’odierna piazza delle Erbe che ricalca in buona parte l’antico foro romano di Verona.

Cronologia

I sec. a.C. (metà)

Descrizione

L’area archeologica nelle cantine del Ristorante "Maffei" conserva alcuni resti del Capitolium di Verona, tempio dedicato alla triade capitolina (Giove, Giunone e Minerva). Il tempio, che si trovava sul lato breve nordoccidentale del foro e lungo la via Postumia, venne costruito intorno al 50 a.C. in un momento di ampia riorganizzazione urbana di Verona. L’edificio sorgeva su una vasta terrazza artificiale a 2 metri sopra il livello stradale, circondata da un triportico e accessibile tramite una scalinata. Al centro di questa terrazza, su un ulteriore podio lungo 42 metri e largo circa 35 metri, sorgeva il Capitolium. Il tempio era a pianta rettangolare di ordine tuscanico, suddiviso in un pronao, a tre file di 6 colonne, e in tre celle molto profonde di differente ampiezza, nelle quali era praticato il culto di Giove, Giunone, Minerva. Del Capitolium di Verona sono oggi visibili alcuni resti delle fondazioni del pronao, ossia alcuni dadi in laterizio che sostenevano le colonne del soprastante tempio.


Accesso

Tipo di Accesso: Negli orari di apertura

Visitabilità: Interno

Biglietto: No

Accesso per le Scuole

Orari

Giorni di Apertura
Orario Quando Specifiche
Estivo Domenica 12-14.30, 19.30-22.30 (dal 15 marzo al 15 ottobre)
Unico Lunedì 12-14.30, 19.30-22.30
Unico Martedì 12-14.30, 19.30-22.30
Unico Mercoledì 12-14.30, 19.30-22.30
Unico Giovedì 12-14.30, 19.30-22.30
Unico Venerdì 12-14.30, 19.30-22.30
Unico Sabato 12-14.30, 19.30-22.30

Tempo suggerito per la visita (in minuti): 20

Servizi per l’utenza

Servizi igienici

Servizi didattici

Pannellistica

Visite guidate


Bibliografia di riferimento

Cavalieri Manasse G., Il foro di Verona: recenti indagini, in La città nell’Italia Settentrionale in età romana, Atti del Convegno (Trieste, 13-15 marzo 1987), Trieste-Roma 1990, pp. 579-616.
Archeologia a Verona , a cura di Bolla M., Milano 2000, pp. 39-43.
I luoghi della cultura , Roma 2006, pp. 385.
L’area del Capitolium di Verona: ricerche storiche e archeologiche , a cura di Cavalieri Manasse G., Verona 2009.


stampa scheda sintetica stampa scheda estesa (solo testo) stampa scheda per le scuole info