vestibolo1 lapidario-romano-1

Credits

Il Progetto ArcheoVeneto nasce dalla collaborazione tra la Regione del Veneto, l’Università di Padova e la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto e costituisce il portale tematico dedicato alla valorizzazione e alla fruizione dei Beni Archeologici del Veneto.

Il progetto è nato dalla volontà dell’Assessorato alla Cultura della Regione del Veneto di far conoscere al grande pubblico l’enorme quantità di testimonianze archeologiche presenti nel quadro territoriale di propria competenza.

Enti promotori e Comitato scientifico

Enti promotori
  • Regione del Veneto, Assessorato alla Cultura – Direzione Beni Culturali
  • Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Archeologia
  • Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto
Comitato scientifico
  • Giulio Bodon (Regione del Veneto)
  • Jacopo Bonetto (Università degli Studi di Padova)
  • Francesca Ghedini (Università degli Studi di Padova)
  • Vincenzo Tiné (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto)

Coordinamento

Progettazione e Coordinamento generale
  • Fausta Bressani (Regione del Veneto)
  • Jacopo Bonetto (Università degli Studi di Padova)
  • Paolo Kirschner (Università degli Studi di Padova)
Coordinamento operativo
  • Jacopo Bonetto (Università degli Studi di Padova)
  • Andrea Raffaele Ghiotto (Università degli Studi di Padova)
  • Alberto Vigoni (Dedalo snc)

Contenuti

Redazione delle schede dei Musei Archeologici Nazionali di Adria, Altino, Este, Fratta Polesine, Portogruaro, Venezia
  • Elodia Bianchin Citton
  • Giovanna Gambacurta
  • Andrea Raffaele Ghiotto
  • Elena Pettenò
  • Luciano Salzani
  • Margherita Tirelli

Redazione delle schede dei Musei delle province di Belluno e Venezia
  • Andrea Raffaele Ghiotto

Redazione delle schede dei Musei delle province di Padova, Rovigo, Treviso, Verona e Vicenza
  • Chiara Granozzi

Si ringraziano M. Bolla, M. C. Dossi, A. Menegazzi, F. Veronese per la preziosa collaborazione nella redazione delle schede dei Musei.

Redazione delle schede dei Siti
  • Angela Atzori
Revisione delle schede dei Siti e dei Musei
  • Elodia Bianchin Citton
  • Jacopo Bonetto
  • Brunella Bruno
  • Giuliana Cavalieri Manasse
  • Francesco Cozza
  • Mariolina Gamba
  • Giovanna Gambacurta
  • Giovanna Gangemi
  • Andrea Raffaele Ghiotto
  • Annamaria Larese
  • Elena Pettenò
  • Marisa Rigoni
  • Federica Rinaldi
  • Luciano Salzani
  • Margherita Tirelli
Redazione degli Itinerari
  • Giovanna Falezza
Redazione del quadro geografico e del quadro storico
  • Jacopo Bonetto
  • Ivana Venturini
  • Luca Zaghetto
Riprese fotografiche
  • Nicolay Orietti
  • Su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Divieto di riproduzione o duplicazione con qualsiasi mezzo (art. 4, D.M. 8.04.1994)
    Le immagini del Museo Civico Archeologico agli Eremitani e del Museo Numismatico “Nicola Bottacin” sono pubblicate su gentile concessione del Comune di Padova – Assessorato alla Cultura

Elaborazione delle piante
  • Valentina De Marco
Traduzioni
  • Enrica Andreoli
  • Angela Atzori
  • Giulia Biffis
  • Paola Lucidi
  • Guido Furlan
  • Andrea Roppa
  • Kashia Luther
  • Mattia Corradini
  • Isa Mastrangelo
  • Laura Napoli

Realizzazione

Programmazione della banca dati
  • Marco Tognon
Programmazione del portale web
  • Paolo Kirschner

La bancadati del portale ArcheoVeneto è stato sviluppata mediante DBMS FileMaker Pro Advanced versione 10.0 ed è in condivisione on-line mediante FileMaker Server 10. Il portale è realizzato tramite il CMS WordPress 2.9.2 ed accede al DBMS mediante PHP (motore PHP 5.2.9) ed XML; per la georeferenziazione delle schede e la realizzazione delle mappe e dei percorsi (formati KML) sono stati utilizzati i servizi geografici Google. Tutto il software è residente su un Apple Xserve Intel Xeon con installato Mac OS X Server 10.6.


Il sito è stato pensato come una grande agorà dove tutti i liberi ricercatori, i funzionari del Ministero o i responsabili delle risorse archeologiche presso gli enti territoriali possono presentare le loro richieste di modifica, aggiornamento o integrazione delle informazioni.

Clicca qui per ulteriori informazioni sul progetto.