ponte-pietra5 entrata-museo

Info

ArcheoVeneto è il portale internet dedicato alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio archeologico della Regione del Veneto. Il progetto è nato dalla volontà dell’Assessorato alla Cultura della Regione del Veneto di far conoscere al grande pubblico l’enorme quantità di testimonianze del passato presenti nel quadro territoriale di propria competenza.

Le memorie del passato più remoto della regione costituiscono un prezioso lascito che è stato oggetto nel tempo di approfondite indagini scientifiche e di interventi di restauro o conservazione, ma che raramente è stato interessato da iniziative di divulgazione, tanto da apparire spesso trascurato. Per questo a Regione del Veneto e il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Padova, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, hanno condotto un programma di ricerca, volto da un lato a realizzare un sistematico censimento dei monumenti, delle aree archeologiche e dei musei presenti nel quadro regionale e fruibili dal pubblico, e dall’altro a rendere disponibili in una veste unitaria e organica le informazioni loro relative, mediante lo strumento della rete internet.

Il funzionamento

ArcheoVeneto è costituito da una banca dati relazionale, in cui sono stati memorizzati tutti i dati sulle aree archeologiche e sui musei della regione, e da questo portale, in cui le informazioni sono organizzate per il pubblico e integrate con sezioni di inquadramento generali. I due elementi (banca dati e portale) dialogano tra loro e costituiscono nell’insieme uno strumento interattivo, attraverso il quale ogni utente può non solo ottenere riferimenti generali sul quadro storico-geografico antico del Veneto, ma anche richiedere informazioni personalizzate sui contenuti archeologici o sugli aspetti logistici delle aree e dei musei censiti.

All’interno del portale sono stati inoltre integrati i sistemi satellitare e cartografico di Google Earth e Google Maps, grazie ai quali tutti i punti di interesse archeologico vengono immediatamente posizionati nel loro contesto geografico. I dati di riferimento geografico possono essere gratuitamente scaricati dall’utente e utilizzati per la visualizzazione degli stessi su sistemi mobili (navigatori e telefoni cellulari) fruibili nel corso di escursioni.

La possibilità di accedere alle informazioni sull’archeologia della regione è integrata nel portale da una ricca serie di proposte di itinerari, suddivisi in “itinerari urbani”, “itinerari areali”, “itinerari tematici” e “itinerari cronologici” che, con informazioni logistiche e temporali, offrono concrete proposte di percorsi territoriali di fruizione dei beni archeologici.

Le caratteristiche

ArcheoVeneto è uno strumento volto a facilitare e favorire la fruizione pubblica, a carattere turistico e didattico dei beni archeologici del Veneto, e pertanto prende in considerazione solo i resti rimasti da sempre a vista o lasciati esposti dopo gli scavi e i reperti adeguatamente musealizzati per la fruizione da parte del pubblico.

Non costituisce invece uno strumento di documentazione scientifica, del genere che è oggi rappresentato per la Regione del Veneto dalla Carta Archeologica del Veneto e da altre edizioni specifiche. Nel presente progetto non sono stati così considerati gli innumerevoli resti o manufatti resi noti da scavi e ricerche archeologiche, ma ricoperti o non esposti nei musei.
Va inoltre osservato che il censimento ha interessato solo i beni archeologici riferibili all’orizzonte cronologico della Preistoria, della Protostoria, dell’età romana e dell’età cristiana più antica, non giungendo a comprendere testimonianze delle realtà altomedievali e medievali.

L’evoluzione del sistema

ArcheoVeneto intende essere uno strumento aperto e in continua evoluzione per adeguarsi alla forte dinamicità che distingue lo scenario dei beni archeologici della regione. Le informazioni relative alle aree archeologiche e ai musei riflettono infatti lo stato attuale delle collezioni e dell’assetto dei siti, ma potranno subire in futuro notevoli variazioni a causa della conduzione di nuovi scavi, di nuove attività di valorizzazione, di nuovi allestimenti museali o dell’apertura di nuovi musei.

ArcheoVeneto prevede quindi un aggiornamento periodico della banca dati e del sistema di divulgazione, affidato sia al personale incaricato del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Padova e della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, sia una forma continua di acquisizione di nuovi dati e informazioni tramite il libero contributo dei responsabili delle singole aree o dei singoli musei.

In futuro è prevedibile l’estensione del censimento alle realtà archeologiche e alle collezioni relative alle epoche medievali.